L'importanza degli alpeggi

L'allevamento nelle vallate alpine e prealpine è tradizionalmente basato sullo spostamento stagionale del bestiame tra quote differenti, con lo scopo di sfruttare nel miglior modo possibile le risorse foraggere della montagna. L'alpeggio è al centro di un sistema basato su una continua mobilità: è l’animale ad essere portato al foraggio e non viceversa come avviene oggi in alcune località.

In estate il bestiame dei tanti piccoli proprietari si raduna sui pascoli in quota degli alpeggi e formava una mandria unica sotto la guida dei pastori per un periodo di circa 3 mesi. In questo modo la maggior parte dei contadini-allevatori, affidato il proprio bestiame in mani sicure.

L'alpeggio è il fulcro del sistema d'allevamento alpino. Solo in alpe , durante l'estate, si producono formaggi di qualità, adatti alla vendita o alla conservazione, poiché si dispone di grandi quantità di latte e lo si affida a casari esperti. Nel resto dell'anno il latte viene utilizzato per consumo diretto, per i vitelli, per produrre formaggini e formaggette di pronto consumo (nelle stagioni precedenti e seguenti l'alpeggio).